Carta di Clan

Comunità

CARTA DI CLAN:
CLAN FENETRE-CHEVANNES / L’ALTA VIA


Il clan è formato da ragazzi e capi tutti studenti e lavoratori, impegnati nei ritmi frenetici di questa società. Nonostante ciò è scopo e volontà di ciascun componente progettare i propri tempi, rispettando le esigenze dell’altro, per non soffocare gli impegni da profondere in associazione. La forza di questo clan è la Strada, quando, libero della distrazioni del quotidiano, si concentra sull’essere clan vivendo a pieno essenzialità, natura e comunità. Importante è quindi portare lo spirito di strada anche durante le attività e le riunioni dell’anno associativo per evitare di mettere da parte l’armonia raggiunta nel cammino.

VERSO L’UOMO DELLA PARTENZA

Il clan si prefigge degli obiettivi che portano il singolo e la comunità alla crescita e al divenire “uomini della partenza”.
L’uomo della partenza:
- si rapporta agli altri senza superficialità, con rispetto e attenzione;
- porta nella vita l’essenzialità della strada;
- ha un’apertura mentale verso il sociale;
- fa proprio il senso del servizio, il servizio per l’ U.d.P. una scelta cristiana nel condividere gli insegnamenti di Cristo sulla via degli apostoli;
- è in continuo cammino spirituale e ha scelto di credere e condividere i valori cristiani, affinché siano la base su cui fondare la vita associativa e non.


COMUNITA’
Il clan crede che la comunità sia uguaglianza, fratellanza, attenzione verso il prossimo e rispetto; ogni componente del clan è il mattone di un muro, ciascuno con il proprio ruolo. Quando uno solo di questi mattoni viene a mancare, la pressione sugli altri aumenta, il muro vacilla e si sgretola. Il singolo quindi assume come impegno personale , a favore della comunità, la progettazione del proprio tempo, per non essere causa dello sgretolamento del muro. Per la crescita di questo clan è importante il confronto con altre comunità. La comunità è cosciente dell’importanza non solo del rispetto ma dell’attiva difesa dell’ambiente come B.P. ci ha insegnato. Le strade che questo clan ha scelto di intraprendere per la formazione dell’ U.d.P. in comunità sono tre:
1. CLAN IN CRESCITA
- affronta la discussione e la riflessione su temi associativi e non durante le riunioni settimanali
- partecipa ad eventi individuali sia per la crescita del singolo che come ritorno per la comunità
- si confronta con altre comunità ( scout e non )
2. CLAN PER IL SOCIALE
- si apre verso il territorio,lo analizza, ne comprende i problemi e si fa carico della sensibilizzazione
3. CLAN PER L’AMBIENTE
- vive la natura che lo circonda e porta questa scelta all’esterno della comunità.


SERVIZIO
Per il nostro clan il “servizio” è donarsi al prossimo, è l’occasione di compiere una buona azione e quindi di darsi agli altri senza il bisogno di ricevere qualcosa in cambio. Servire è amare perché solo amando si possono affrontare tutti gli ostacoli e le paure apparentemente insuperabili. La nostra comunità non ha compreso completamente il senso cristiano del servizio perciò ha bisogno di accettare ogni proposta di servizio associativo e non, preparandosi in tutti i sensi anche con il sacrificio del proprio tempo; in questo modo ognuno di noi potrà arricchirsi facendo del bene agli altri e a se stesso.
Per raggiungere tali obiettivi il nostro clan ha deciso di:
1. attingere insegnamenti da persone competenti e capaci di comunicarci il frutto del loro operato
2. avvicinarsi al senso cristiano del servizio:
- incontri con persone significative
- esperienze dirette in luoghi di bisogno
3. aderire al servizio associativo
“Il motto dei rover e delle scolte è: Servire!
Perché il vero modo di essere felici è di Procurare la felicità agli altri”

STRADA
“Guarda lontano e quando credi di guardare lontano, guarda ancora più lontano” B.P. Questo è per il clan il significato di strada: non arrendersi mai e puntare sempre più in alto portando con se i suoi valori:
essenzialità,fratellanza,condivisione e amore per la natura. Il clan ha già in parte fatto suoi questi valori e si impegna pertanto a mantenerli e a perfezionarli utilizzando tutti gli strumenti a sua disposizione. A differenza degli obiettivi raggiunti il clan necessita di associare ai valori della strada quelli del cammino spirituale (capacità di riflessione personale e collettiva). Gli strumenti scelti sono:
- campi di specializzazione per una maggior competenza durante la strada;
- acquisto e perfezionamento delle attrezzature utili (essenzialità);
- presenza durante la strada di una persona significativa in ambito religioso.

“Sono vivo abbastanza
per di qua comunque vada
sempre sulla mia strada” (Ligabue)

FEDE
Il cammino di fede è per noi ancora all’inizio, ma è volontà del clan crescere nello spirito per avvicinarsi alla figura di Cristo al fine di renderla parte integrante di ciascuno di noi e soprattutto una figura di riferimento per l’uomo della partenza.
Egli deve aver raggiunto la consapevolezza che fede significa:
1. condividere i valori cristiani riportandoli nella vita di adulto
2. continuo cammino spirituale verso Dio
3. amore verso Dio e verso il prossimo

Il clan intende raggiungere questi obiettivi attraverso:
a) una adeguata conoscenza del significato di “Eucaristia”
b) una partecipazione attiva alla vita parrocchiale
c) un sostegno da parte di una guida spirituale durante l’anno associativo
d) una partecipazione a campetti/fede ed a momenti di deserto sulla fede.